6 terribili verità, narrativa

Il richiamo – parte 8

6 terribili verità – Sesta verità

Da quant’è che andava avanti l’interrogatorio? Ormai Matteo aveva perso il conto delle ore, o forse dei giorni.

«Confessa, piccolo stronzo!» disse il primo uomo.

Gli faceva male la schiena e le gambe si stavano addormentando tanto era rimasto seduto dietro a quel tavolo di legno.

«Sei sordo, eh? O sei solo ritardato?» incalzò il secondo uomo.

Non riusciva a vederli in faccia e nemmeno a capire come fossero vestiti, per lui erano solo delle voci graffianti che si inserivano nel brusio di fondo provocato dal richiamo, delle sagome nere stagliate contro una forte luce alle loro spalle. Continue reading “Il richiamo – parte 8”

6 terribili verità, narrativa

Il richiamo – parte 7

6 terribili verità – Sesta verità

Il freddo gli stava facendo dolere anche le ossa e a niente serviva stringere al petto le braccia conserte. Dondolare avanti e indietro avvicinando la fronte alle ginocchia non scioglieva il gelo che risaliva dal bordo del marciapiede su cui era seduto, che dai glutei gli irrigidiva i muscoli della schiena fino a bloccargli il collo.

Un borbottio straziante salì dallo stomaco di Matteo.

«Scusami sai – disse sorridendo alla bambina seduta vicino a lui – ma sto veramente morendo di fame.» Continue reading “Il richiamo – parte 7”

poesia

Angeli di pietra

Sono angeli scolpiti
nella pietra viva,
i nostri alti ideali:

senza colpa, senza dolo,

impenetrabili a tutti i mali.
Ispirati dalla luce sorgiva
occultata da troppi riti

provano a spiccare il volo

perché si chiedono stupiti
“Questa luce da dove arriva?”
ma hanno di pietra anche le ali

e restano ancorati al suolo.

6 terribili verità, narrativa

Il richiamo – parte 6

6 terribili verità – Sesta verità

«Eccolo! Sta arrivando» ripeté ancora il vecchio.

Matteo lo guardò scappare spostandosi solo a forza di braccia fino a schiacciarsi tremando e scuotendo la testa contro la parete a cui era incatenato.

Dalla parte opposta i bambini cominciarono ad agitarsi in modo simile, si muovevano nervosi, si riunivano in piccoli gruppi per dividersi subito e sparpagliarsi, alla fine si crearono due ali di piccoli corpi che si aprirono per fare spazio a chiunque stesse arrivando. Fra le colonne di cemento più lontane si muoveva una sagoma enorme, che riempiva l’oscurità con la sua mole. L’incedere lento era accompagnato da un respiro roco e pesante e da un ticchettio cadenzato. Alcuni dei bambini cominciarono a piangere sommessamente poco prima che la sagoma si rivelasse. Continue reading “Il richiamo – parte 6”

poesia

Cuore bugiardo

“Quanto a lungo viaggiai
per condurti alla pace
del suo sguardo?”

No, cuore bugiardo,
non ne fosti capace.
Come me, tu lo sai.

e assieme a me scorderai
che il suo sguardo fugace
fu il nostro baluardo,

ma punterai d’azzardo
su una menzogna verace
che è già storia oramai.
6 terribili verità, narrativa

Il richiamo – parte 5

6 terribili verità – Sesta verità

Tramortito, ma non del tutto assente, Matteo percepiva con un barlume di coscienza residua la pressione di piccole mani sul suo corpo, piccole mani che lo sollevavano facendolo fluttuare in aria mentre lo spingevano avanti, un nastro trasportatore vivente intento a farlo scivolare nell’oscurità lungo un percorso tortuoso, fatto di curve, tornanti, dossi, discese, rallentamenti e corse disarticolate.

Si rendeva conto di tutto quello che gli stava accadendo. Eppure stava anche sognando. Continue reading “Il richiamo – parte 5”