L’incavo

Posso sentirlo, il canto sepoltoin fondo al tuo sguardo grigio-verde,dove il senso del tempo si perdetra la contemplazione e l'ascolto, tra un segreto appena sussurratoal riflesso di capelli rossiti stringo a me, come se non fossigià tuo e non lo fossi mai stato Ma che sia per una vita solao fiché il nostro sole risplendanoi... Continue Reading →

L’ora della scimmia – capitolo 25

Sono una decina i ragazzi che si avvicinano con decisione alla mole squadrata del Palazzo del Governo, guidati da Cal. Lo spazio è angusto, buio, caldo e asfissiante. Lolo sente la pressione dei corpi ammassati su ogni centimetro di pelle; così stretti che il torace fa fatica ad alzarsi per immettere aria. Poca aria. Fiato... Continue Reading →

Invasione Poetica

Sabato 7 settembre, sarò ospite dell'iniziativa Invasione Poetica organizzata dalla Tempra Edizioni ad Ariano Irpino. Sarà un occasione per presentare Il Grande Campo, leggerne alcuni estratti e parlare di poesia 🙂

La luna s’è arresa

Gli occhi alle stelle cadenti per esprimere sogni repressi al diafano lume d'oltremondo Non riconosco più i presenti, altre versioni degli stessi, parole, suoni che confondo. Il suono liquido dell'odio, un mormorio che non si attenua, solca le gote di un gigante Pianto che genera il prosodio di mille rivoli alla strenua fuga su un... Continue Reading →

L’ora della scimmia – capitolo 24

Sono una decina i ragazzi che si avvicinano con decisione alla mole squadrata del Palazzo del Governo, guidati da Cal. Lolo si mantiene a una certa distanza, senza perderli d’occhio e cercando di non farsi suggestionare dai fasti del potere. Non era mai stato così vicino ai luoghi dove si decidono le sorti di un... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑