poesia

Il terzo giudizio

Siamo i figli del terzo giudizio,
di quell’angelo che s’è astenuto,
che non levò né voce, né mano

nella guerra che sconvolse l’inizio,
che fu perciò il secondo caduto:
per essersi astenuto invano.

Amore e morte, grandezza e vizio.
Tutto quanto si era già compiuto
con il primo essere umano.