Come una bugia d’inverno

Sei già qui. La sveglia non ha suonatoper gridarti in faccia che sei al mondoanche oggi, anche se senti un po'di più la solitudine. È bastato un attimo per passareda vaporose foschie onirichealla gelida certezza dei sensi,ai brutali ricordi. Un attimo per scoprirsi a tremarenell'esegesi odierna della perdita.Lo sai già. Senza alcuna volontàdi scoprire se... Continue Reading →

Anno McCarthy

Cormac McCarthy uscirà in autunno con altri due libri e io ho preso la notizia con estrema calma, in modo partecipe ma riflessivo. Per cui, dopo aver smesso di urlare e saltare per la stanza, ho deciso di riprendere in mano la sua bibliografia e ripercorrerla in ordine cronologico. Per chi volesse farmi compagnia in... Continue Reading →

La notte mi piace

La notte mi piace,allorché tutti in casadormono e tutto tacee l'aria è pervasa di silenzi e di noted'attesa per il giorno,far che siano remotefantasie di contorno a guidare la pennamentre scende e risalesu un sogno che accennaad essere reale

Fragile, di Francesca Suale

“La storia più difficile da narrare è la propria.” Queste parole di Francesca Suale a introduzione della sua prima silloge, riassumono l’immane lavoro di sintesi e di dialogo interiore alla base di una serie di componimenti che, con una commovente onestà intellettuale, riconducono a una lirica del frammento, dell'appunto, della nota a margine.L'essere umano, nel... Continue Reading →

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑