Un giorno qualunque

È solo un altro giorno come tanti in questa assurda vita pendolare, di treni persi per pochi minuti Un altro modo per stare seduti in silenzio e lasciarsi trasportare Un altro modo per andare avanti Attraverso relazioni contorte od occasionali incontri di viaggio dai due lati opposti d'un finestrino Gente che s'appressa più da vicino... Continue Reading →

La selva

Si può perdere il senno vagando in terre boscose Fantasie insistenti e vane tra le verdi ombre silvane evolvono in altre cose al seguito d'un solo accenno L'istinto, virtù animale, grida di fuggire la selva, ogni sensuale creatura, al rifiorir della natura profonda, natura di belva, in ognuno viva e uguale batte il petto, mostra... Continue Reading →

L’ora della scimmia – capitolo 22

Le parole che Giano ha detto a Lolo Ti dirò chi sono, così potrai farti un’idea tua sul mio conto. Così su due piedi direi che sono uno a cui piace avere a che fare con la gente. Parlare alla gente. Vedi tutte queste persone? Giovani, ragazzi, adulti, uomini, donne; non ha importanza. Molti di... Continue Reading →

In Arcadia

Tu, mia Pandora, hai causato tutto ciò, poiché svelasti la storia integrale scoperchiando il vaso in cui la misi, volendo vedere i Campi Elisi in luogo di un'aurora boreale, viaggiando dove essere umano non può Hai guardato la luce che irradia dal bordo della memoria, che abbaglia, non vedesti l'ombra che ancora l'affianca Quella luce... Continue Reading →

Una lucciola tra le mani

Afferro un pensiero nell'incauto istante in cui vola fuori dal nido dei tepori e si fa errante nel tempo vero nel mondo impietoso; puro e innocente nel suo fermo moto. Un pensiero ignoto che non sa, non mente, Ma procede a ritroso e nel volare muta dall'astratto al concreto, bellissimo e orrendo. Così lo prendo... Continue Reading →

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑