Di moto inerziale

Mi sposto, così, senza produrre moto,spinto da inconsapevolezza inerziale,concorro di gara in gara e mi ritirosenza soluzione di continuità. Da quanto questo? Cerco un po' di ristoro,tra piccole caducità e immani assenze,cerco l'ultima foglia aggrappata all'acero,l'ombra confusa che proietta alla sera. Il senso è a me come un vecchio bastardinoaffetto da cataratta e ipoacusia,lo cerco... Continue Reading →

Tutto questo era ieri

Tutto questo era ieriLo hai dimenticatoE così stai aspettandoPuò volerci del tempoMa alla fine dimentichiDimentichi, crescendoQuell'essere un bambinoChe è rimasto da soloChe ha capito da subitoNon sarebbe cresciutoSolo per rimanerePer sempre quel bambinoSei rimasto da soloSapendolo da subitoNon saresti cresciuto.Camminiamo cosìSoltanto per un pocoA volte andiamo avantiPiù spesso invece indietroSoltanto per un pocoCosì, finché qualcunoNon... Continue Reading →

Come una bugia d’inverno

Sei già qui. La sveglia non ha suonatoper gridarti in faccia che sei al mondoanche oggi, anche se senti un po'di più la solitudine. È bastato un attimo per passareda vaporose foschie onirichealla gelida certezza dei sensi,ai brutali ricordi. Un attimo per scoprirsi a tremarenell'esegesi odierna della perdita.Lo sai già. Senza alcuna volontàdi scoprire se... Continue Reading →

La notte mi piace

La notte mi piace,allorché tutti in casadormono e tutto tacee l'aria è pervasa di silenzi e di noted'attesa per il giorno,far che siano remotefantasie di contorno a guidare la pennamentre scende e risalesu un sogno che accennaad essere reale

Crea un sito web o un blog su WordPress.com

Su ↑