Darxton, narrativa

To live in Darxton 06

To live in Darxton
6 – Un colpo da stratega

«Che vuol dire “far sparire tutto”?» chiede Kevin con sguardo torvo.

«Andiamo, è ovvio – risponde Kate – Tutte le prove di quello che è successo… il corpo, il medaglione… tutto!»

Sean si intromette scuotendo la testa.

«Calma, non è affatto ovvio.»

«Sì che lo è. No?»

Una volta tanto sono d’accordo con il pompiere e lo dico.

«In effetti si potrebbe sollevare qualche riserva… Uh, locuzione troppo complessa, lasciamo stare…»

«Ascolta – riprende Kate – se ti dico “devi far sparire tutto” tu cosa capisci?»

Continue reading “To live in Darxton 06”

Darxton, narrativa

To live in Darxton 05

To live in Darxton
5 – Roba di cultura

Sto camminando a passo lento verso la mia dipartita prematura. Ne sono certo eppure continua a camminare. Un paio di metri davanti a me c’è Greg. Anche la sua camminata è tesa; come biasimarlo, in fondo tiene in mano la radice di tutti i nostri attuali problemi. È solo per quello che l’uomo con il turbante non ci toglie di dosso quel suo sguardo arrogante.

Sembra di fissare negli occhi un pitone. O almeno credo; l’unico pitone che abbia mai visto era il protagonista maschile di un film porno anni ‘70…

È solo per quella maledetta cosa che una decina di guardie della STA ci tengono di mira con i loro mitra. Noi e quegli imbecilli di Sean e Kevin. Kate invece è accucciata sul sedile di dietro di un taxi crivellato di colpi. Il mio taxi!

Santo cielo, come siamo arrivati a questo?

La testa mi gira. Il mio taxi… La testa si fa pesante. Il mio cazzo di taxi… Focalizzo l’inizio dei miei problemi più recenti. E soprattutto di quelli del mio taxi!

Continue reading “To live in Darxton 05”

Darxton, narrativa

To live in Darxton 04

To live in Darxton

4 – Nella tana del lupo

«Perché stiamo andando a casa di questo tizio?»

Se non fossi stato occupato a controllare un graffio sul cofano del taxi lo avrei chiesto io, per fortuna lo fa Greg, così posso godermi Sean che lo insulta.

«Ma sei scemo? Stiamo andando a casa di… coso…»

«Isaac Reed» precisa Kate.

«Isaac Reed, appunto.»

«Eh, questo l’ho capito, ma perché?» insiste Greg.

«Perché l’ha detto Kate!»

Continue reading “To live in Darxton 04”

Darxton, narrativa

To live in Darxton 03

To live in Darxton

3 – Persi in un bicchiere d’acqua

Fatto il carico di armi e munizioni dagli amici della Macelleria Ceausescu dirigo il taxi a marce sgranate diritto al Water Quality Center. Così equipaggiati nessuno può fermarci. Siamo pronti a fare quello che dobbiamo fare. Fino in fondo. Sissignore.

«Ma… cos’è esattamente che dovremmo fare?»

D’istinto ci giriamo tutti a fissare Sean: è lui il leader designato del gruppo.

«Ragazzi, non vorrei deludervi – dice il leader – ma fino a due ore fa non ricordavo neanche i vostri nomi…»

«Lo sapevo! Siete dei deficienti! – Kate di solito non prende bene gli imprevisti – Un branco di dopati strafatti di testosterone! E pure armati!»

Il piano è stato di Kevin: la descrizione è straordinariamente accurata.

Continue reading “To live in Darxton 03”

Darxton, narrativa

To live in Darxton 02

To live in Darxton

2 – Non mangiate quell’hamburger

Ormai è già da cinque minuti che Greg e Sean sono scesi per dare una mano a Kevin con il misterioso “pacco”. Sarò io sospettoso, ma secondo me ci sono state delle complicazioni. Kate è seduta accanto a me sul divano, è nervosa, continua a fissare la porta. Le ultime 24 ore sono state un tale stress per lei, prima l’incidente di Sean e ora questo. Devo starle vicino. E poi da qui riesco a vederle dentro la scollatura della camicetta.

Sono quasi sul punto di farmi mollare uno schiaffo da Kate mentre provo a toccargli le tette, quando la porta si apre e entrano quattro uomini. Tre li conosco, il quarto no, ma tanto è morto.

Kevin, che essendo il più grosso tiene il cadavere da sotto un’ascella – mi chiedo Sean e Greg a cosa sono serviti – , getta lo sconosciuto sul divano e lancia un’imprecazione sottovoce.

Mi scanso un tantino disgustato.

«Questo chi è?» grida Kate scattando in piedi.

«È Ethan Reyes» risponde Kevin, come se questo bastasse.

«E chi è Ethan?!»

«Credo sia questo» le dico indicando col pollice il morto al mio fianco.

Continue reading “To live in Darxton 02”

Darxton, narrativa

To live in Darxton 01

To live in Darxton

1 – Hot Chiky Chicks per tutti

«Buonasera Darxton, qui è sempre il vostro Terry Bravo di Radio CBN. Serata calda questa nella Grande D, molto calda. Si sono spente solo nel pomeriggio le ultime fiammelle chimiche dell’incendio che ha devastato gli impianti del Water Quality Center tra Yankee Street e la diciassettesima. È stato disperso nella mattina di oggi dall’esercito metropolitano il corteo di ambientalisti che manifestava contro le scie chimiche, a detta dei manifestanti, prodotte nei laboratori della WQC. I sindacati delle forze di sicurezza locali dichiarano uno sciopero congiunto contro i protocolli di intervento dei vigili del fuoco ormai obsoleti, indicati come la causa principale della morte sul campo dei quattro eroici pompieri accorsi ieri notte per sedare l’incendio. Il sindaco ha già indetto un minuto di silenzio per domani alle ore 11 per ringraziare e onorare, dichiara, i nuovi eroi di Darxton, tra cui ricordiamo Luke Parker, Bred Platter, Richard Brown e Sean Miller. Grazie ragazzi, dovunque siete adesso continuate così. E adesso, popolo della Grande D, torniamo alla buona musica in diretta dallo Shock Wave Musica After Club!»

Nonostante l’insopportabile TUNZ TUNZ TUNZ della musica tecno abbia scalato la piramide dei decibel, Sean continua a guarda la radio come se qualcuno ci avesse cagato sopra.

Non deve essere il modo migliore per venire a conoscenza della propria morte.

Continue reading “To live in Darxton 01”