Piazza del Popolo

Piazza del Popolo – Latina

Siedo con te sulla stessa panchina
sotto i rintocchi dell’insigne torre
vegliante una piazza rimessa a nuovo

Vedo le ombre, da cui il giorno declina,
d’ogni timore che vorrei deporre
per dirti finalmente ciò che provo

Scuri frangenti d’un mite paese
che d’esser grande passò la paura
Non posso batterli, così mi disarmo

Confesso e rinnego, è tutto palese
come ogni buco che sia o scalfitura
sopra le curve perfette del marmo

Segni di storia, passato che spira
come la tiepida aria del mare
soffia dal lido e risale sul corso

Del nostro amore, di tutta quest’ira,
oh mia città, che ne dobbiamo fare?
Delle contraddizioni di un discorso?

Giunge risposta nei tremuli fiotti
d’acqua che sgorgano d’una fontana,
teste paziente fin dal primo giorno

La piazza al tramonto ci ha ricondotti
alla condizione nostra più umana
Così annuisco guardandomi intorno

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: