L’incavo

Posso sentirlo, il canto sepolto
in fondo al tuo sguardo grigio-verde,
dove il senso del tempo si perde
tra la contemplazione e l’ascolto,

tra un segreto appena sussurrato
al riflesso di capelli rossi
ti stringo a me, come se non fossi
già tuo e non lo fossi mai stato

Ma che sia per una vita sola
o fiché il nostro sole risplenda
noi due ci apparteniamo a vicenda
nell’incavo tra il cuore e la gola

dove ti lasci, dove ti attiro
quando tu e io abbiamo bisogno
di stare da soli, dove il sogno
è tutt’uno col nostro respiro

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: