In Arcadia

Tu, mia Pandora, hai causato tutto ciò,
poiché svelasti la storia integrale
scoperchiando il vaso in cui la misi,

volendo vedere i Campi Elisi
in luogo di un’aurora boreale,
viaggiando dove essere umano non può

Hai guardato la luce che irradia
dal bordo della memoria, che abbaglia,
non vedesti l’ombra che ancora l’affianca

Quella luce era l’alba. Sorgeva stanca
sull’ennesimo campo di battaglia.
Non c’è pace. No, non è l’Arcadia

Non è l’Arcadia, né sue eran le coste
all’orizzonte, il felice approdo
era solo una fatamorgana

Un’illusione del tutto umana:
costantemente ricercare il modo
per ignorare le verità nascoste

Vedi chiaramente, mia Pandora,
il vaso è stato aperto e poi richiuso.
L’Arcadia è devastata. L’Arcadia è in lutto

Non c’è pace, i miei peccati hanno distrutto
ogni cosa di cui mi fossi illuso
e di cui tu ti illudesti allora

nel voler aprire un vaso troppo pieno,
da cui non credi che tutto sia evaso.
Sul fondo alberga l’ultima dea

Per questo mi ha salvato, rea
di aver aperto quel vaso
che ancora stringi al seno

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: