Cuore di falena

Cuore di falena che t’inganni,
quand’è notte levi le tue ali.
Guardi la luna e credi il riflesso

esser la fonte, il sole stesso;
il suo opposto, ma per te uguali,
poiché è il lume nei più alti scranni.

Fermo giunge come tutti gli anni
il giorno in cui l’astro di Diana
si eclissa e si cela alla vista.

Non c’è bagliore che t’assista:
scruti il cielo, ma lei è lontana,
allora brami del fuoco i danni

e pure nel cuore della bruma,
nel freddo intenso privato di luce,
un desiderio immenso t’infuoca.

La ragione, la ragione è poca
e a cerchi più stretti ti conduce,
dove il fuoco, invano, ti consuma.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: