Sulla pelle degli altri

Avviene qualcosa ad un tratto
che ti costringe a rimanere fermo,
a rivedere ogni principio espresso.

Sei bloccato, con il corpo contratto,
con mente malata e spirito infermo,
prigioniero dentro te stesso.

Dei tagli aperti, delle ferite,
rimangono segni, cicatrici,
come unica ripercussione.

Le conseguenze sono finite,
sembra giusto, hai pagato e ti dici
“Ho imparato la dura lezione”.

Ma quanto altro hai da imparare?
Alle volte i segni non sono fuori
e non importa quanto ti penti,

perché quando non sei tu a pagare
le conseguenze dei tuoi errori,
quando le scontano gli innocenti,

ti restano pochi pretesti scaltri,
vaghi convincimenti precari.
La lezione più dura la impari
davvero sulla pelle degli altri.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: