Il riccio e l’anima

Hai dato fiducia ancora una volta.
Ancora una volta ti sei aperta,
anima recidiva, eri certa:
hai preso un’altra voce e l’hai accolta.

La menzogna che ti è stata rivolta,
come sempre, ti ha lasciata scoperta,
ancora una volta ferita e allerta
e come hai dato fiducia l’hai tolta.

Di nuovo ti sei chiusa su te stessa;
come un riccio inerme, oggetto di scherno,
che reagisce, invano, alla paura,

erge una coltre minacciosa e spessa
di aculei, che affondano anche all’interno
e sono sia difesa, sia tortura.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: