poesia

Il profumo di te

Il profumo di te nelle narici
portato dal vento era come un fiore

ai sensi, linfa nuova nelle vene.

Così dieci anni fa guardavo in cielo
la luna nascosta da nubi oscure,
nella notte, come chiazze d’inchiostro

e mi chiedevo “che cosa mi trattiene?”

e pensavo ai fiori, al loro esile stelo,
un colpo di vento come una scure
li abbatte. “Vieni – dissi – te lo mostro.”

A te, che invece in me vedevi il bene.

Ma tu, figlia d’un altro parallelo,
hai preso per mano le mie paure
e mi hai mostrato un giardino tutto nostro,

dove il vento non abbatte, ma sostiene.

Dieci anni, tante le nostre radici.
E il vento porta ancora il tuo odore.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...