canzoni, teatro

In nome Suo

TESTO:

CORO
Mi dette Dio così
di fare penitenza
tra gli ultimi ed è lì
che fui portato senza
il disgusto di prima,
quell’amara presenza
divenne dolce rima.

SOLISTA
Nel nome di Francesco anche io
guardo e prendo fra le mani il volto
del lebbroso dolce fratello mio
e dolce è il sapore che molto
m’era parso amaro e ascolto
lamenti, risate, ma come
posso stare fermo, ma come
faccio a non agire in suo nome.

CORO
Al Padre mio poi chiesi
la fede che ora anelo
e dei fratelli scesi
fino a me dal cielo
non sapevo che farne:
vivere il Vangelo
vita, sangue e carne.

SOLISTA
Così anch’io fratello e sorella
per Francesco accolgo con amore,
per vivere la buona novella
nel nome suo, nel nome del Signore.
Sora Morte e frate Dolore,
Madonna Povertà, ma come
posso stare zitto, ma come
faccio a non agire in suo nome.

CORO
Mi dette Dio così
di fare penitenza
tra gli ultimi ed è lì
che fui portato senza

SOLISTA
il disgusto di prima,
quell’amara presenza
divenne dolce rima.

Canto tratto dallo spettacolo teatrale In nome di Francesco, scritto e diretto da me, con le musiche di Vincenzo Germano e realizzato da alcuni membri Gifra Bologna San Francesco, Gifra Bologna Sant’Antonio, Ofs Bologna San Francesco e i Frati della Basilica di San Francesco.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...