Piccolo Cuore, poesia

Piccolo Cuore 20

Il cuore vagava senza una meta
quando vide attraverso una vetrina
una bambola e nella sua manina
uno scrigno foderato di seta.

La guardò e si disse con voce quieta
“Volevo una cosa che mi era vicina
e fuggendo l’ho mandata in rovina.
La libertà non è una cosa segreta.”

La libertà si ottiene con fatica.
Piccolo Cuore l’aveva imparato
attingendo a una saggezza antica.

La fatica di accettare il passato.
Per questo rivedendo la sua amica
il cuore si era fermato.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...