Piccolo Cuore, poesia

Piccolo Cuore 13

Il cuore diceva sempre più spesso
“Quello che voglio è arrivare alle stelle;
brillare come le cose più belle.”
Da una riva vide il cielo riflesso,

vide l’inganno, ma cadde con esso.
Raccontava all’acqua le sue novelle,
di come il destino alle volte è ribelle
e non concede quello che ha promesso.

Gli chiese un pesce che nuotava lento
“Piccolo cuore, dove vuoi arrivare?”
“Fino in cielo, è lì il mio posto, lo sento.”

“T’inganni, sei caduto in fondo al mare.
È solo nei tuoi sogni il firmamento.”
Così il cuore ricominciò a sognare.

 

Un pensiero riguardo “Piccolo Cuore 13”

  1. Inseguire i propri sogni. Ho sempre pensato fosse questo il motore del mio piccolo mondo. Ora come ora, dopo molti anni di inseguimenti, non posso dire che mi sia avvicinato di molto. Sarà anche che le colonne portanti della mia vita sono diventate altre, ma inizio a credere che anche se quei sogni erano giusti, forse ho seguito solo la loro immagine riflessa chissà dove.

    Mi piace

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...